E La Cicala Canta - Louis G. Ferrin

Buy from Amazon.com

E La Cicala Canta (Inglese, Italiano)

Il Ramo

Se tagli il ramo, si chiude la ferita, forse completamente e non sparishe.  Come lasciare il nativo post, non si vede la catena, ma profonde le radici del vecchio ceppo, e forte.  Giovani anni, crescere, nutrire il corpo e la mente dei posti:  i nasceri del sole, e i tramonti, incerti passi, i canti, i primi tentativi della lingua, le pioggie la tempesta, il tiro della Tramontana, l'umido Scirocco, fragranza oleastro lungo Via Reggio, il mare, il salino, marcia alga, il bruciare della rena magenta e fine, punge la narice il mercato, odori non lasciano, il cefalo nella rete, il sacco bagnato, il cavallo che tira la carrozza, la traccia del letame olezzava nella piazza, insieme al rosto all'angolo, delle castagne.  Il lieve e ricotta zuppa ancora calda, in una grande scodella di legno, "u massaru" il capanno pavimento di terra, scuri i formaggi dal fumo.  E sento ancora "u zampugnaru", e il magico del suo soffio, nei sogni.  Tagliare il ramo e facile, e nessuno puo' soffrire le pene che non si vedono; tronca il ramo dall'albero, langue, e muore.

 Galleria Natura:  
 Penna e Seppia | Olio | Acquerelli | Scultura

 Libri:  
 E La Cicala Canta | I Quindici Mila di Gettysburg

Copyright © 2009, Louis G. Ferrin.  Tutti i diritti riservati.